Home / Città / Finanziamenti con le Cambiali a Savona e Provincia

Finanziamenti con le Cambiali a Savona e Provincia

Anche per il nuovo anno i finanziamenti con le cambiali sembrano essere abbastanza richiesti. E’ già passato il mese di Gennaio e possiamo tirare le prime somme. A conferma dello scorso anno, i richiedenti di questa forma di credito continuano ad aumentare.

Per quale motivo? Il tutto viene scaturito principalmente da una forte crisi economica, proprio come quella che attualmente sta attraversando la nostra cara Italia. Se la crisi colpisce un Paese, le famiglie consumano i propri risparmi per affrontare le spese quotidiane e quando li terminano devono rivolgersi ad una società finanziaria per richiedere un credito.

Gli istituti di credito, le società finanziarie e le banche sono disposte ad erogare il classico prestito personale solo a coloro che sono titolari di alcune garanzie reddituali. Solitamente infatti per riuscire ad ottenere un credito è necessario avere una fonte di reddito dimostrabile. Di norma parliamo della busta paga, della dichiarazione dei redditi e del cedolino della pensione. Attraverso uno di questi documenti il richiedente è in grado di far capire alla banca quali sono le proprie possibilità economiche e di conseguenza l’istituto di credito deciderà se erogare o meno il finanziamento.

Vi sono dei casi in cui nonostante si possegga un reddito dimostrabile le banche comunque neghino il finanziamento. Tra questi casi ricordiamo: la presenza di un ulteriore prestito in corso, il reddito dichiarato non è sufficiente per coprire la somma di denaro richiesta, il richiedente risulta essere un cattivo pagatore o un protestato.

Quando si verifica un’esperienza del genere, solitamente il richiedente ne esce affranto, convinto che non riuscirà mai ad ottenere il denaro necessario per affrontare le proprie spese. Per fortuna però esistono delle soluzioni e tra queste vi sono appunto i finanziamenti con le cambiali.

I finanziamenti con le cambiali possono essere erogati anche ai cattivi pagatori ed ai protestati? La risposta è affermativa. Anche se chi richiede il prestito ha avuto in passato dei disguidi di tipo finanziario sarà comunque possibile ottenere il proprio credito.

Questo è dovuto grazie alla cambiale, che viene utilizzata come forma di rimborso. Al posto della classica rata mensile infatti, nel prestito cambializzato (come intuibile dal nome stesso) viene utilizzata la cambiale. Si tratta di un titolo esecutivo che consente al creditore di decidere se pignorare o meno i beni del debitore nel caso in cui il debito non fosse onorato.

Utilizzando i finanziamenti con le cambiali quindi il richiedente dovrà mettere a disposizione del creditore le proprie garanzie reddituali, ma anche i propri beni materiali. Nel caso in cui i pagamenti non saranno effettuati il creditore potrà richiedere il pignoramento dei beni e la successiva vendita all’asta degli stessi. Dal ricavato della vendita saranno recuperati i soldi che il debitore dovrà restituire a chi ha erogato il finanziamento.

Per conoscere ulteriori notizie e per approfondire i vari argomenti come ad esempio il prestito senza busta paga o il prestito tra privati vi invitiamo la lettura delle altre sezioni del nostro sito web.