Home / Cattivi Pagatori / Prestiti Cambializzati Poste Italiane

Prestiti Cambializzati Poste Italiane

“Cara redazione,

vi scrivo per sapere se Poste Italiane eroga o meno i prestiti cambializzati. Sono segnalato come cattivo pagatore e possiedo un conto BancoPosta ma prima di andare presso lo sportello per chiedere di persona vorrei conoscere un vostro parere.

Vivo in un piccolo paesino dove ci conosciamo quasi tutti e se possibile non vorrei che gli altri conoscano la mia attuale posizione, quindi andrei in Posta solo se strettamente necessario.”

Questa è una email che ci è arrivata un paio di giorni fa. Logicamente per tutelare la privacy del nostro lettore (a cui abbiamo già risposto in privato) non possiamo fornire né il suo nome né il suo luogo di residenza.

Ma passiamo all’argomento fondamentale: i prestiti cambializzati Poste Italiane esistono? La risposta purtroppo è negativa. Che tu possieda o meno un conto Bancoposta non ha importanza perché i finanziamenti con cambiali sono proprio un tipo di servizio che, almeno attualmente nel momento in cui scriviamo questo articolo, non viene gestito da Poste Italiane.

Come abbiamo più volte scritto, il finanziamento cambializzato era una linea di credito molto utilizzata in passato ma attualmente sono davvero poche le società finanziarie che ne concedono uno.

Ci teniamo a ricordare anche che tale linea di credito, se possibile, deve essere utilizzata solo come ultima spiaggia. Diciamo questo non perché non sia una buona scelta, ma perché talvolta si devono sostenere delle spese importanti per avviare le pratiche, ma questo dipende sempre dalla società finanziaria che si va ad utilizzare.

Prima di ricorrere ai prestiti cambiari quindi ricordiamo che è possibile innanzitutto richiedere il classico prestito personale.

Nel caso in cui quest’ultimo dovesse essere rifiutato sarà possibile richiederlo tramite la cessione del quinto che potrà essere dello stipendio o della pensione. Tale opzione però è disponibile esclusivamente per i lavoratori dipendenti con regolare contratto di lavoro e per i pensionati.

Se neanche la cessione del quinto fa per voi si potrà richiedere il prestito con garante. Una terza persona grazie alla proprie garanzie reddituali potrà farvi ottenere il tanto desiderato finanziamento.

Se non riuscite nemmeno a trovare un garante che vi consenti di ottenere il denaro necessario potrete utilizzare i prestiti cambializzati.

Per scoprire maggiori informazioni riguardo questo argomento, su come funziona la cambiale, su cosa è necessario per ottenere un credito di questo tipo, quali sono i documenti necessari da presentare alla finanziaria e tutte le altre informazioni vi consiglio di approfondire la lettura sulle diverse sezioni del nostro sito web.

Concludiamo l’articolo dicendo nuovamente che attualmente Poste Italiane non eroga i prestiti cambializzati, nemmeno se si è titolari del conto BancoPosta.